#Coding
#Suggerimenti_per_il_curriculum

Suggerimenti per il curriculum per le posizioni di codifica

8/29/2023

Suggerimenti per il curriculum per le posizioni di codifica cover image

La concorrenza per i posti di lavoro nel settore della programmazione e della codifica è molto forte. Il vostro networking e il vostro curriculum saranno due dei fattori più importanti sul mercato del lavoro. Dovete fare in modo che i datori di lavoro vedano il più facilmente possibile le vostre competenze e qualifiche - dopo tutto, avete lavorato duramente per guadagnarvele. Qui di seguito vi spieghiamo cosa dovreste includere nel vostro curriculum di coding e alcuni miti sulla scrittura del curriculum che potete ignorare.

Come formattare il curriculum

Per quanto riguarda la formattazione del curriculum, più semplice è meglio. Utilizzate titoli grandi per differenziare le sezioni. Fate in modo che un comitato di assunzione possa dare un'occhiata e identificare le date con facilità: l'uso di più colonne può essere d'aiuto in questo senso. Assicuratevi di essere coerenti in tutto il curriculum, da dove impostate i margini a che tipo di punti elenco utilizzate. Volete un documento snello e di facile lettura. Quando lo inviate, inviatelo in formato PDF o Google Doc. Un PDF è la soluzione migliore per preservare la formattazione, mentre un Google Doc va bene se avete molti elementi interattivi (come i collegamenti ipertestuali). Rispettate sempre le preferenze indicate nell'annuncio di lavoro dell'azienda.

Cosa includere nella sezione contatti

La sezione contatti si trova all'inizio del curriculum ed è piuttosto semplice: è il punto in cui potete fornire tutte le informazioni di cui un datore di lavoro ha bisogno per mettersi in contatto con voi. Includete il vostro:

  • Nome: in un carattere più grande, in modo che sia facile capire a chi appartiene il curriculum con una rapida occhiata.

  • Email

  • Numero di telefono

  • Sito web - se ne avete uno

Cosa includere nella sezione delle competenze

Un potenziale datore di lavoro per un lavoro di programmazione ha bisogno di sapere se avete le competenze necessarie, quindi mettetele in primo piano, piuttosto che farle scorrere nella vostra storia lavorativa per capirle. Inoltre, qualsiasi programma di intelligenza artificiale che scremerà il vostro curriculum dovrà individuare queste competenze come parole chiave. La sezione delle competenze dovrebbe includere:

  • Linguaggi di programmazione, in ordine di competenza

  • Piattaforme con cui lavorare

  • Altre competenze specialistiche

Cosa includere nella sezione dedicata all'occupazione

La storia lavorativa è la sezione più importante del curriculum. Come tutte le parti di un curriculum, deve essere adattata al lavoro a cui ci si sta candidando. Non è necessario includere tutti i lavori estivi o le posizioni all'interno del campus che avete ricoperto, ma includete tutti i lavori che mostrano un'esperienza rilevante per il lavoro a cui vi state candidando. Le esperienze devono essere elencate in ordine cronologico inverso, con le più recenti in cima. Per ogni posizione, includere:

  • Datore di lavoro

  • Posizione

  • Posizione

  • Date di impiego

  • Responsabilità e risultati

Come rendere la sezione dedicata all'occupazione più accattivante

La prima bozza di un curriculum spesso include descrizioni blande delle responsabilità generali del vostro lavoro. Sono noiose e, peggio ancora, poco chiare. Dovete dare alla commissione un'idea chiara di ciò che avete fatto e, soprattutto, di ciò che avete realizzato. Seguite queste linee guida per creare descrizioni d'impatto:

  • Siate specifici. Fornite dettagli su quali linguaggi di programmazione avete utilizzato, su quale fosse il progetto, su chi fosse il cliente e sui risultati ottenuti.

  • Siate attivi. Usate i verbi invece dei nomi per descrivere ciò che avete fatto. Ad esempio, invece di dire "Responsabile della manutenzione del sito web di un cliente", potreste scrivere "Ha sviluppato un sito web di e-commerce per vendere 400 prodotti unici".

  • Quantificare. I numeri rendono reali i vostri risultati. Quando possibile, includete statistiche che mostrino i risultati del vostro lavoro. Ad esempio, il numero di clienti con cui avete lavorato, la somma di denaro guadagnata dal vostro progetto o l'aumento o la diminuzione in percentuale delle analisi chiave.

Cosa includere nella sezione dedicata all'istruzione

Nella sezione dedicata all'istruzione, elencate tutti i vostri studi post-secondari, ovvero l'università e la scuola di specializzazione. Includete il vostro:

  • Istituzioni

  • Posizione

  • Laurea

  • Maggiore

Se al momento della candidatura siete ancora studenti, dovete includere anche il vostro numero di matricola:

  • Data prevista per la laurea

  • GPA - solo se è molto buono (3,7 o superiore), altrimenti lasciarlo fuori

La sezione dedicata all'istruzione può anche essere un buon punto di partenza per includere eventuali corsi di formazione specialistica o certificati conseguiti, come ad esempio un bootcamp di codifica. Se ne avete frequentati diversi, vi consigliamo di creare una sezione separata.

Cosa includere in onorificenze e risultati

Questa è una sezione facoltativa che dovreste includere solo se avete ottenuto premi e onorificenze che vi conferiscono credibilità per questa specifica posizione. Valutate bene se un premio può impressionare un potenziale datore di lavoro. Alcuni esempi sono:

  • Partecipazione a concorsi di informatica

  • Premi o borse di studio universitarie

  • Articoli o brevetti pubblicati

  • Presentazioni a conferenze (se state frequentando una scuola di specializzazione, ricordate che un curriculum è molto diverso da un CV. Non è necessario che contenga tutte le presentazioni che avete fatto).

Cosa includere nei progetti

Questa è un'altra sezione facoltativa che potreste includere se avete dedicato molto tempo a progetti personali o se siete stati assunti autonomamente per svolgere un lavoro da freelance che non è altrimenti rappresentato nella vostra storia lavorativa. I datori di lavoro vogliono vedere che siete in grado di applicare le competenze di programmazione che avete elencato, quindi parlate loro dei progetti personali a cui avete lavorato, come ad esempio:

  • Progetti open source

  • Siti web che avete codificato

  • Lavoro freelance

Se possibile, includere un collegamento ipertestuale.

Cosa NON includere nel curriculum

  • Un'immagine della testa. Una foto occupa spazio prezioso e non trasmette alcuna informazione utile. Aspettate il colloquio per stupire il datore di lavoro con il vostro fantastico sorriso.

  • Una sezione di obiettivi o di sintesi. Lasciate invece che la vostra esperienza parli da sola. I comitati per le assunzioni hanno visto infinite varianti di "Programmatore esperto con 5 anni di esperienza" e probabilmente ci passeranno sopra.

  • Hobby. A parte i progetti indipendenti rilevanti, non includete nel vostro curriculum hobby o attività di volontariato. Potrete lasciare che i vostri colleghi vi conoscano come una persona a tutto tondo dopo l'assunzione.

Gli acchiappafantasmi del curriculum

Mito n.1: il tuo curriculum non può essere più lungo di 1 pagina

Fatto: mantenetevi entro le 2-4 pagine

Un curriculum di una pagina può essere ottimo per alcune posizioni e può essere la soluzione giusta se siete all'inizio della vostra carriera. Ma se avete 5 anni di esperienza, in genere avrete bisogno di più spazio per mostrare adeguatamente le vostre capacità ed esperienze. In genere, 2-4 pagine sono adatte a un coder esperto. Questo non significa, tuttavia, che dobbiate includere TUTTO nel vostro curriculum. Siate iper-selettivi e scegliete solo i lavori e le esperienze che sono rilevanti per la posizione a cui vi state candidando. E rielaborate per esprimere le cose nel modo più conciso possibile. Ma date al vostro curriculum un po' di spazio, con un carattere di 11-12 punti, margini ragionevoli e pause tra le sezioni. La maggior parte dei comitati di selezione del personale preferisce leggere un curriculum di 3 pagine ben spaziate piuttosto che un curriculum di 1 pagina così pieno da far male agli occhi.

Mito n.2: devi elencare le referenze sul tuo curriculum

Fatto: fornire referenze solo se richieste

Perché occupare un prezioso spazio nel curriculum con un elenco di referenze? Potete fornirle solo se vi vengono richieste. Fidatevi di noi: nessuno chiamerà le vostre referenze prima che siate arrivati alla fase del colloquio. Tuttavia, è una buona idea individuare un paio di persone che conoscono il vostro lavoro e che possano fungere da referenze, chiedendole prima di iniziare la ricerca di lavoro.

Mito n.3: dovresti sempre inviare una lettera di presentazione

Fatto: se richiesto, scrivete una lettera di presentazione

La maggior parte dei responsabili delle assunzioni salterà subito la lettera di presentazione e passerà al vostro curriculum. Soprattutto se state inviando e-mail a freddo, è una perdita di tempo scrivere una lettera di presentazione per ogni posizione. Invece, scrivetene una solo se è richiesta nella domanda di lavoro. Potreste anche scriverne una se avete un forte legame con il datore di lavoro, ad esempio se sapete chi leggerà il vostro curriculum. Se avete già stabilito un legame di rete, è più probabile che il datore di lavoro legga la vostra lettera.

Date un'occhiata al nostro esempio di curriculum qui sotto!


Career Services background pattern

Servizi per le carriere

Contact Section background image

Rimaniamo in contatto

Code Labs Academy © 2024 Tutti i diritti riservati.